venerdì 3 marzo 2017

Piccole scoperte

Ogni tanto, purtroppo, mi capita di avere periodi in cui con i libri non ne azzecco una.
Confesso di fare ogni tanto acquisti compulsivi, basati  più sull'intuizione di un momento che su una scelta ragionata.
Qualche volta funziona, qualche volta no.
Questa volta ha funzionato, e ho scoperto uno scrittore che - certamente per mia ignoranza - non conoscevo.
in un attimo di folgorazione ho comprato questo libro



l'ho letto tutto di un fiato, come sospesa in un attimo senza tempo.
Appena finito, ho comprato questo


Fa parte della "Trilogia della Pianura" ed è primo volume in ordine di scrittura, anche se la casa editrice NNE lo pubblica come secondo (le indicazioni su questo punto sono un po' fumose, ma ho appurato che l'ordine è quello corretto, anche se ho letto che i tre volumi si potrebbero tranquillamente leggere nell'ordine che si preferisce).
Sono ipnotizzata, Kent Haruf scrive con una delicatezza di sentimenti ed al tempo stesso una nitidezza di immagini che mi fanno pensare ad un quadro di Hopper.
Non so che dire, mi dispiace solo che lo scrittore sia scomparso e che, finita la trilogia, non potrà regalarci nient'altro.



4 commenti:

  1. io ti direi di iniziare da Le nostre anime di notte... così tanto per vedere se ti piace lo stile.
    Non è troppo lungo, è scorrevole e delicato, ambientato nella stessa cittadina della Trilogia.
    Se poi ti piace, Canto della Pianura è il primo della trilogia: secondo me iniziare da quello corretto. Poi vengono Crepuscolo (secondo) e Benedizione Terzo).
    Fammi sapere, buona lettura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho trovato Canto della Pianura....mi piace come scrive ma io patisco quando la storia viene raccontata da due o tre persone....nn so spiegarmi....Ghutrie poi Victoria, poi Ike e Bobby.....mi manda in confusione😛

      Elimina
    2. e' vero ;-):bisogna stare attenti ai titoletti dei capitoli in cui ti indica a quali personaggi si riferisce.
      Le nostre anime di notte è scritto invece in modo tradizionale, non ci si perde!

      Elimina